Pijngel

Test & confronto Pijngel.

Il grande test del gel antidolorifico con tutte le informazioni importanti:

Se si soffre, è meglio alleviarlo subito. Non tutti possono iniziare subito a prendere pillole. Un gel antidolorifico può aiutare soprattutto in caso di dolore acuto causato da infiammazione, ma anche in caso di osteoartrite cronica o reumatismo.
Il gel del dolore stesso è un gel arricchito con una certa sostanza medica. Questo principio attivo viene applicato esternamente alla pelle sotto forma di gel, si muove lentamente attraverso la pelle fino alla zona destra e inizia a guarire l’infiammazione. Grazie alla sua composizione, un gel antidolorifico ha di solito un effetto rinfrescante.
Tuttavia, prima di utilizzare un gel antidolorifico, tutti dovrebbero essere ben informati sui diversi principi attivi / ingredienti di tale gel, in modo da poter escludere reazioni allergiche. Il principio di base è che quasi tutti i gel possono essere utilizzati per il trattamento del dolore acuto o cronico (infiammazione). Tuttavia, occorre fare attenzione a garantire che tale gel venga utilizzato solo in determinate condizioni. Ad esempio, un gel che riscalda piuttosto che raffreddare non è adatto per infiammazioni acute o febbre. Il calore interrompe il processo di guarigione. Anche in questo caso, è utile per infiammazioni croniche, osteoartriti o reumatismi, che reagiscono positivamente al calore. Le infiammazioni croniche di solito richiedono calore per una migliore circolazione degli strati della pelle e per alleviare il dolore. Anche i muscoli tesi e sovraccarichi di lavoro reagiscono positivamente e si rilassano quando sono esposti al calore.
Poiché in un gel antidolorifico di questo tipo sono presenti diversi principi attivi e ingredienti, si consiglia di consultare il proprio medico o la farmacia per una consulenza sul gel in questione. Purtroppo, le farmacie in particolare offrono spesso uno o due prodotti specifici che sono attualmente ben noti. sono rappresentati nella gamma di prodotti o sul mercato. Ecco perché una consulenza professionale è essenziale per l’acquisto e l’assunzione del gel antidolorifico. Inoltre, l’uso del gel e la frequenza con cui il farmaco viene applicato sulla pelle è un fatto importante. Anche quando il gel antidolorifico viene applicato dall’esterno, possono verificarsi reazioni e interazioni. Perché tali reazioni possono verificarsi anche con il gel applicato esternamente? Il corpo di solito assorbe questa sostanza chimica attraverso la pelle. In questo modo il principio attivo entra nel sistema e si diffonde in tutto il corpo. Se si assumono generalmente farmaci che rispondono al principio attivo nel gel, possono verificarsi effetti collaterali o interazioni. L’uso del gel o della compressa presa può essere interrotto o modificato.

La nostra top 10 – gel per il dolore

Gel antidolorifico nel test, sostanze attive e ingredienti, aree di applicazione ed errori di applicazione, dove acquistare e tutte le altre informazioni importanti:

Il gel antidolorifico non è sempre un gel antidolorifico. Qui il test del gel antidolorifico mostra chiaramente quali preparati devono essere usati correttamente e quali no. Soprattutto per le persone con ipersensibilità o allergie è necessario informarsi sul gel prescritto o liberamente disponibile prima di acquistarlo.
Poiché non esiste un solo gel antidolorifico sul mercato, la consulenza professionale (come già detto) è decisiva. È anche importante sapere come utilizzare il gel nel modo migliore e più efficace. Qui non è la frequente e sottile frizione che porterà l’effetto, ma piuttosto l’ispessimento, coprendo la zona con una benda o un asciugamano e facendo lavorare il gel antidolorifico in profondità. Strofinare l’area colpita 3 o 4 volte al giorno e lasciare che il gel lavori in pace. avrà il miglior effetto. Non vi è alcun beneficio per un’infiammazione se il gel viene applicato e l’azione continua immediatamente. Il sito L’area infiammata non può essere coinvolta nel principio attivo e iniziare il processo di guarigione.

I principi attivi e gli ingredienti:

A tale scopo esistono diverse preparazioni con diversi principi attivi. Tuttavia, il principio attivo di base serve per eliminare l’infiammazione dal corpo. Anche il test del gel antidolorifico è stato effettuato secondo questo principio. Quale principio attivo ha la migliore reazione antinfiammatoria. I principi attivi diclofenac e ibuprofene sono gli antidolorifici più noti. Inoltre, il Felbinac si basa sulla stessa base delle altre due sostanze attive, ma non è ancora così noto in Germania.
Tutti i principi attivi come il diclofenac, il Felbinac e l’ibuprofene appartengono al gruppo dei farmaci non steroidei (antidolorifici, antiartrite e antireumatoidi). Si tratta di principi attivi prodotti su base chimica.

Oltre a queste sostanze chimiche, l’arnica e il comfrey sono tra i gel antidolorifici più noti. Queste due sostanze attive sono a base di sostanze vegetali naturali.
Altri ingredienti sono acqua purificata, paraffina dura e altre sostanze chimiche. Il numero esatto degli altri ingredienti, così come la loro quantità nel gel, può essere trovato su internet o nel volantino. Per il paziente è importante che questi principi attivi e ingredienti siano prodotti su base chimica.

Alternative vegetali

Queste sostanze chimiche non sono state utilizzate in preparati a base di erbe. Pertanto, la modalità d’azione di questi gel antidolorifici è leggermente diversa. Da un lato, il gel richiede un po‘ più di tempo per funzionare, quindi il trattamento deve essere eseguito più a lungo rispetto ai farmaci non erboristici. L’arnica o anche il comfrey può avere un effetto di riscaldamento invece che di raffreddamento. Pertanto, non può essere utilizzato efficacemente per varie infiammazioni. In caso di dolori cronici permanenti nell’artrite, tensioni muscolari o disturbi reumatici funziona un gel antidolorifico alle erbe, tuttavia, molto buono.
Gli effetti collaterali possono verificarsi con tutti i preparati, anche con le erbe. Gli effetti collaterali più comuni dei gel prodotti chimicamente sono il rossore della pelle, la secchezza della pelle e il prurito. In questo caso il preparato deve essere fermato immediatamente e si deve consultare il medico o il farmacista. In alcune persone i principi attivi a base di erbe causano anche questi effetti collaterali, quindi è anche consigliabile informarsi sulle ipersensibilità esistenti.

Poiché il gel antidolorifico viene strofinato sulla pelle e da lì va in profondità nella pelle, questo trattamento dovrebbe essere discusso in anticipo con il medico se si assumono regolarmente dei farmaci. Esempio: Se si acquista un gel antidolorifico con il principio attivo Diclofenac e si assume regolarmente il principio attivo Ibuprofene per via orale, questo può portare a irritazione e interazione. Inoltre, il principio attivo deve essere cambiato durante il trattamento solo in presenza di un effetto collaterale. Il trattamento simultaneo con due tipi di principi attivi può portare a effetti collaterali e interazioni sulla pelle o nel corpo.
È anche importante che le aree sensibili come il viso o la zona genitale non vengano trattate con il gel antidolorifico. Perché le mucose sono così fini e sensibili che possono causare gravi irritazioni o addirittura lesioni. Coloro che hanno un’infiammazione vicino o vicino a una ferita aperta non dovrebbero usare il gel antidolorifico neanche qui.
Altrimenti, le aree di applicazione di un gel antidolorifico possono essere scelte a seconda della fonte del dolore. Che si tratti di dolori alla schiena, al ginocchio, alle spalle o alle mani, il gel può funzionare bene quasi ovunque sul corpo.

Ci sono alternative agli antidolorifici?

Si può chiaramente dire che in silenzio… Sebbene esistano alternative all’uso di un farmaco, come le pillole o le compresse, esse rallentano il processo di guarigione. Immobilizzazione significa riposo e possibile perdita muscolare, le compresse hanno maggiori effetti collaterali nel corpo. corpo che il gel antidolorifico.
L’innovazione nel campo della ricerca sul gel per il dolore è che gli scienziati e i dermatologi adattano continuamente il gel per il dolore alle condizioni ambientali e ai cambiamenti con l’obiettivo di produrre il gel nel modo più morbido ma efficace possibile.
Quando si usa un antidolorifico per la prima volta, si dovrebbe scegliere tra produttori noti come Voltaren, Rathiopharm, Sandoz, Heumann o Diclo.
Tra i prodotti a base di erbe Abtei e Kneipp sono i più noti produttori.
Con tutti questi produttori è stato effettuato il test del gel antidolorifico e il paziente può essere sicuro di utilizzare un prodotto efficace.
Indipendentemente da dove online o in farmacia, l’esperienza dei pazienti di questi produttori (chimici ed erboristici) è sempre buona o molto buona. Se si decide di acquistare online, è possibile leggere i vari rapporti di esperienza e le recensioni dei clienti da parte di fornitori affidabili e farmacie online in anticipo per essere sicuri del buon effetto.
Inoltre, quando si fa shopping online è possibile anche fare un confronto esatto dei prezzi accanto al prodotto. In modo che tutti possano filtrare e ordinare la loro migliore offerta. Qui il processo di ordinazione fino alla consegna è di solito più facile e veloce che in una buona farmacia.
Accessori utili per l’uso di antidolorifici sono piccoli asciugamani o una benda per avvolgere la zona infiammata. Dopo l’applicazione del gel, non avvolgere la zona a tenuta d’aria, in modo che il gel venga assorbito rapidamente e intensamente sotto la pelle. Una copertura ermetica impedisce l’impatto e quindi il processo di guarigione e di rilassamento.