Asciugatrice a pompa di calore

[/atkp_list

Test & confronto Asciugatrice a pompa di calore.

Cos’è un’asciugatrice a pompa di calore?

Gli armadietti per l’asciugatura sono quasi indispensabili in inverno, ma anche quando non c’è un locale per l’asciugatura o uno spazio esterno per asciugare il bucato. Un’asciugatrice a pompa di calore rappresenta la più recente tecnologia tra le asciugatrici. Questa tecnologia garantisce che l’essiccatore a pompa di calore consumi relativamente poca energia rispetto ad altri essiccatori. Si risparmia fino al 50 per cento di energia. Le asciugatrici a pompa di calore sono disponibili in commercio come caricatori frontali o top loader. Possono essere posizionati sotto o sopra la lavatrice per risparmiare spazio e gli elettrodomestici da incasso possono essere integrati in una cucina. Sebbene gli essiccatori a pompa di calore siano più costosi dei tradizionali essiccatori ad aria di scarico o a condensazione, il risparmio energetico compensa rapidamente questa differenza di prezzo.

Come funziona un’asciugatrice a pompa di calore?

In un’asciugatrice a pompa di calore l’aria ambiente viene aspirata e riscaldata. L’aria riscaldata viene poi trasferita nel tamburo dell’asciugatrice, dove asciuga la biancheria ruotandola. Poiché l’aria calda può assorbire solo una certa quantità di umidità, l’aria umida viene rimossa verso l’esterno. Uno scambiatore di energia integrato nell’essiccatore a pompa di calore estrae l’energia dall’aria calda utilizzando una pompa di calore, riscaldando così l’aria fredda nel tamburo. In questo modo si mantiene costante l’aria nel fusto L’umidità viene raccolta in un contenitore. Non si spreca energia perché l’aria nell’essiccatore a pompa di calore è sempre in un ciclo. Poiché l’asciugatrice a pompa di calore non utilizza un’asta riscaldante per riscaldare l’aria, si risparmia già energia. Questa tecnologia rende l’asciugatrice a pompa di calore la più efficace e a risparmio energetico tra le asciugatrici.

Applicazioni di un’asciugatrice a pompa di calore

Le asciugatrici a pompa di calore possono essere installate ovunque. L’aria di scarico non deve essere scaricata all’esterno come nel caso dell’essiccatore dell’aria di scarico. Poiché l’essiccatoio a pompa di calore non emette umidità nell’ambiente, può essere utilizzato in quasi tutti i locali senza la formazione di muffa.

Poiché ha molti programmi di asciugatura diversi, può essere utilizzato anche per qualsiasi tipo di biancheria. Facendo roteare l’aria calda nel tamburo dell’asciugatrice a pompa di calore, l’intera biancheria viene delicatamente asciugata.

Chi ha bisogno di un’asciugatrice a pompa di calore?

Le persone che sono coscienti di energia farebbero bene ad asciugare il bucato con un’asciugatrice a pompa di calore. Rispetto a un’asciugatrice ad aria di scarico, che deve anche estrarre l’aria umida verso l’esterno, e all’asciugatrice a condensazione, un’asciugatrice a pompa di calore consente di risparmiare circa la metà dei costi di elettricità per l’asciugatura della biancheria grazie alla sua tecnologia innovativa.

Se almeno una volta alla settimana Lavanderia, l’acquisto di un’asciugatrice a pompa di calore vale sicuramente la pena. Tuttavia, è più costoso da acquistare rispetto, ad esempio, ad un essiccatore a condensazione. A lungo termine risparmia Tuttavia, in termini di costi dell’elettricità, ha una lunga durata di vita e spesso si ripaga già dal secondo anno.

La nostra Top 10 – essiccatori a pompa di calore

[/atkp_list

Quali tipi di asciugatrici a pompa di calore sono disponibili?

Le asciugatrici a pompa di calore si differenziano solo per il tipo di carico. Si distingue tra caricatori frontali e caricatori superiori.

il caricatore frontale

Con i caricatori frontali, lo sportello di caricamento frontale si trova all’incirca al centro dell’unità. Dovrete chinarvi un po‘ per riempire il bucato bagnato. Poiché le porte sono abbastanza grandi, il caricamento non è troppo difficile. È possibile posizionare un cesto con la biancheria bagnata direttamente sotto la porta e caricare l’asciugatrice in questo modo.

il caricatore superiore

Sul caricatore superiore, lo sportello di carico si trova sopra la macchina. Poiché spesso è possibile posizionare il cesto della biancheria sopra la macchina, il caricamento è possibile senza doversi piegare. I caricatori dall’alto sono molto adatti per spazi piccoli e stretti dove non c’è abbastanza spazio per aprire la porta d’ingresso.

Campo di applicazione dell’essiccatore a pompa di calore

<spanstyle=“font-famiglia: Verdana, serif;“> Le asciugatrici a pompa di calore sono utilizzate per asciugare il bucato lavato. Anche se sono Considerate come sprechi di energia, sono particolarmente utili nei mesi invernali, quando non c’è tempo fuori per asciugare il bucato. È anche molto più conveniente mettere il bucato direttamente dalla lavatrice nell’asciugatrice invece di lasciarlo asciugare. L’asciugatrice fa risparmiare alla casalinga qualche viaggio, lavoro e tempo. Soprattutto in una famiglia in cui si producono in media 17,5 chili e mezzo di biancheria a settimana, appendere e poi togliere la biancheria richiederebbe molto lavoro e molto tempo.

Inoltre, utilizzando un’asciugatrice, il bucato si asciuga ed è pronto per l’uso molto più velocemente rispetto all’asciugatura sullo stendino. Quando i bambini piccoli vivono in casa, l’uso dell’asciugatrice è ancora più gratificante.

Anche per una singola famiglia vale la pena di usare l’asciugatrice, soprattutto per le persone anziane per le quali il comfort è fondamentale. Inoltre, i nuovi apparecchi non hanno più bisogno di tanta elettricità quanto le tradizionali asciugatrici a tamburo.

Requisiti per una buona asciugatrice a pompa di calore

Nel test di un’asciugatrice a pompa di calore vengono utilizzati alcuni criteri per determinare la qualità dell’asciugatrice. Questi sono:

Usabilità

style=“famiglia di font:Verdana, serif; „Poiché le asciugatrici a pompa di calore hanno molte funzioni, è importante che l’asciugatrice sia facile da usare. Programmi ben selezionati rendono il lavoro più facile e rendono l’asciugatrice ancora più efficace.

„Funzioni di filtro

Poiché i tessuti perdono sempre le fibre durante l’essiccazione, è importante che la lanugine venga raccolta in un filtro. Per questo motivo un test dell’asciugatrice a pompa di calore si concentra sulla funzione di filtro, in modo che il bucato esca dalla macchina senza lanugine. Il filtro per la lanugine deve essere facile da rimuovere e da svuotare.

Risultati dell’essiccazione

In un test dell’asciugatrice a pompa di calore, anche il tempo di asciugatura della biancheria e il risultato è naturalmente molto importante. Naturalmente, dipende anche dalla natura del tessuto stesso, ma il tempo dato dal produttore per l’asciugatura di alcuni tipi di tessuto deve corrispondere alla realtà.

Livello sonoro

Soprattutto quando l’asciugatrice a pompa di calore è nell’appartamento, il livello di rumore è importante. Troppo rumore può essere fastidioso.

Intensità di vibrazione

Anche se forze forti agiscono sulla macchina durante l’asciugatura, le vibrazioni devono rimanere entro i limiti, altrimenti possono essere fastidiose.

Pulizia e manutenzione

La vaschetta di raccolta e il filtro dell’essiccatore a pompa di calore devono essere facili da rimuovere e pulire.

Vantaggi e svantaggi di un’asciugatrice a pompa di calore

Vantaggi:

Le asciugatrici a pompa di calore hanno la migliore classe di efficienza energetica tra le asciugatrici.

Possono risparmiare fino al 50% dei costi energetici.

Un’asciugatrice a pompa di calore può essere installata in qualsiasi punto della casa.

Non rilascia aria umida nell’ambiente.

Svantaggi:

Le asciugatrici a pompa di calore sono più costose da acquistare rispetto alle asciugatrici convenzionali.

Il suono di un’asciugatrice a pompa di calore può essere percepito come inquietante.

A cosa devo prestare attenzione quando acquisto un’asciugatrice a pompa di calore?

Se è necessario acquistare un’asciugatrice a pompa di calore ci sono alcuni punti importanti da considerare. Questi sono:

Consumo energetico e classe di efficienza energetica

Molti modelli sono nella classe di efficienza energetica A++. Questa è la migliore classe possibile e gli apparecchi di questa classe sono estremamente efficienti. ad alta efficienza energetica.

La capacità

L’asciugatrice a pompa di calore dovrebbe avere circa un chilo di capacità in più rispetto alla lavatrice, perché il bucato bagnato ha un volume leggermente maggiore. Con una maggiore capacità, il bucato nel cestello è anche meglio ventilato e quindi si asciuga più velocemente.

Il fermaporta

Poiché la lavatrice e l’asciugatrice sono di solito l’una accanto all’altra, le porte non dovrebbero aprirsi nella stessa direzione, in quanto ciò impedisce all’asciugatrice di essere caricata attraverso la porta. Assicurarsi che la cerniera della porta possa essere montata sia a destra che a sinistra.

Il design

Il colore degli essiccatori è solitamente bianco. Tuttavia, sono disponibili anche in altri colori. Ci sono modelli con porte in metallo o in vetro. Con una porta a vetri si ha una buona vista sul bucato mentre si asciuga. Molto suggestivi, con le moderne attrezzature, sono i display chiaramente disposti che sono utili per la selezione dei programmi e mostrano anche il tempo rimanente.

L’operazione e il trattamento

L’asciugatrice a pompa di calore dovrebbe in ogni caso avere i programmi di base. Possono essere utili anche alcuni programmi speciali. Dovreste pensare in anticipo a quale programma è importante per voi. La macchina dovrebbe essere facile da usare. È meglio avere un display chiaro sul quale sia possibile selezionare il programma. e che mostra anche il tempo di esecuzione rimanente.

Il pozzetto per l’acqua deve essere svuotato regolarmente. Dovrebbe essere facile da rimuovere. Il display o le spie luminose dovrebbero indicare quando il serbatoio deve essere svuotato. Lo stesso vale per il pozzetto di scarico.

Il livello di rumore per un essiccatore

Soprattutto quando l’asciugatrice a pompa di calore è installata nell’appartamento, il livello di rumore è importante. Negli apparecchi moderni, il livello di rumore si aggira intorno ai 64 decibel. Se l’apparecchio deve essere fatto funzionare all’interno e forse anche di notte, è meglio un livello di rumore più basso.

Innovazioni nel campo delle asciugatrici a pompa di calore

Molti provider offrono app per il collegamento in rete dei dispositivi. Una tale applicazione può essere utilizzata per controllare l’asciugatrice a pompa di calore anche se non ci si trova nelle vicinanze.

Quali sono i produttori di asciugatrici a pompa di calore?

Di seguito è riportato un elenco dei produttori di essiccatori a pompa di calore:

Siemens

Bosch

Bauknecht

style=“font-size:small;“>Gorenje

Beko

Brevi informazioni sui principali produttori di essiccatori a pompa di calore

Siemens

L’azienda, che oggi ha sede a Berlino, è stata fondata il 1° ottobre 1847 a Monaco di Baviera. L’azienda produce elettrodomestici, apparecchiature mediche, elettronica di consumo, strumenti ed elettrodomestici di comprovata qualità del marchio tedesco. L’azienda ha quasi 350.000 dipendenti.

Bosch

Robert Bosch ha fondato la Robert Bosch GmbH nel 1886 come fornitore di componenti automobilistici. Oggi, la gamma di prodotti dell’azienda comprende utensili elettrici, elettrodomestici, sistemi medici e attrezzature. Oggi l’azienda impiega più di 375.000 persone. Le persone.

<spanstyle=“font-famiglia: Verdana, serif;“>Bauknecht

La società, ora parte della Whirlpool Corporation, è stata fondata nel 1919. L’azienda produce grandi elettrodomestici di ottima qualità ed è particolarmente apprezzata dai clienti più esigenti.

Gorenje

La società Gorenje è stata fondata nel 1950 a Velenje nel Slovenia L’azienda produce grandi elettrodomestici e oggi impiega 11.000 persone. Gli apparecchi sono di alta qualità e hanno un interessante rapporto qualità-prezzo.

Beko

Beko produce grandi elettrodomestici e ha impianti di produzione in Russia, Olanda, Austria, Belgio, Polonia, Francia e Ucraina. L’azienda è attiva anche in Italia, Slovenia, Regno Unito e Germania.

Internet contro il commercio specializzato: dove posso acquistare la mia asciugatrice a pompa di calore?

Non importa dove volete acquistare la vostra asciugatrice a pompa di calore, informatevi in anticipo sui modelli offerti e sui prezzi. Una volta scelto un determinato modello, potete guardarvi intorno nel vostro negozio specializzato locale o ordinarlo direttamente su internet.

<spanklein;“>Shopping su internet ti risparmia la ricerca del modello giusto. Con pochi click avete tutte le offerte davanti a voi. Non dovete uscire di casa, l’ordine è molto semplice e la consegna viene effettuata a domicilio.

Un confronto dei prezzi vi darà la possibilità di trovare il fornitore più economico.

Se non avete ancora scelto un modello particolare, potete trovare maggiori informazioni su varie pagine di test. Anche le informazioni dei produttori sono abbastanza dettagliate e, in definitiva, la gamma di asciugatrici a pompa di calore disponibili su Internet è molto più grande che in un negozio specializzato locale, e i dispositivi sono probabilmente anche più economici, perché il commercio online non comporta costi così elevati come la manutenzione di un negozio.

Fatti interessanti e consigli sull’asciugatrice a pompa di calore

La storia

Gli essiccatori esistono da oltre 50 anni. Tuttavia, molte famiglie hanno deliberatamente scelto di non utilizzare un tale apparecchio perché consuma molta elettricità. Ma con gli apparecchi moderni, con la loro tecnologia innovativa, questo non è più necessariamente il caso. Oggi, circa il 70 per cento delle famiglie ha un’asciugatrice, e sono popolari anche per la convenienza.

Cifre, dati, fatti

A differenza dei tradizionali essiccatori ad aria di scarico e degli essiccatori a condensazione, un essiccatore a pompa di calore può risparmiare fino al 50% di energia elettrica, il che riduce significativamente la bolletta dell’elettricità.

Un’asciugatrice può contenere da 7 a 8 kg di biancheria. Il consumo di energia è compreso tra 1,6 e 3,5 kWh. La maggior parte delle asciugatrici a pompa di calore sono in classe di efficienza energetica A+++ o A++++.

Le asciugatrici a pompa di calore sono molto facili da usare. Nella maggior parte dei casi è possibile scegliere tra 5 e 8 diversi programmi di asciugatura. A seconda della qualità del tessuto e della capacità dell’asciugatrice, ci vogliono dai 45 ai 100 minuti per asciugare il bucato.

Prezzi: quanto costano le asciugatrici a pompa di calore?

Una buona asciugatrice a pompa di calore costa tra i 300 e i 400 euro. Sono disponibili dispositivi di altissima qualità per un prezzo compreso tra 450 e 650 euro.

Accessori utili per l’asciugatrice a pompa di calore

Ultimamente le palle secche sono diventate sempre più popolari. Le palle sono grandi come una pallina da tennis e hanno una durata molto lunga. Vengono semplicemente messi in lavanderia. Hanno fragranze naturali che conferiscono al bucato un profumo gradevole. Inoltre, assorbono il liquido in eccesso dal bucato e abbreviano i tempi di asciugatura. In questo modo riducono il consumo di energia del 20-25 per cento.

Un tappetino antivibrazioni è anche un acquisto consigliato per la vostra asciugatrice a pompa di calore. Impedisce all’essiccatore di muoversi a causa delle vibrazioni. Inoltre smorza significativamente il suono dell’asciugatrice. Il costo dei tappeti è compreso tra 5 e 10 euro.

Alternative all’asciugatrice a pompa di calore

L’alternativa più economica ad un’asciugatrice a pompa di calore è la ben nota stendibiancheria o un’asciugatrice rotativa. Si sistemano in lavanderia o all’esterno e i vestiti vengono appesi ad asciugare con le mollette. Il processo di essiccazione richiede un po‘ più di tempo, ma non consuma energia se non quella della casalinga.

Uno stendibiancheria è anche un’alternativa economica quando c’è molto spazio. Si colloca tra due pali, due alberi o tra due muri con ganci e la biancheria viene poi appesa ad asciugare. Il processo di essiccazione può richiedere più tempo, ma non richiede energia.

Inoltre, in alternativa all’essiccatore a pompa di calore, sono disponibili l’essiccatore ad aria di scarico o l’essiccatore a condensazione. L’essiccatore d’aria di scarico è ora l’essiccatore più economico, ma ha un consumo di energia relativamente elevato. Anche il consumo energetico dell’essiccatore a condensatore è piuttosto elevato e l’ambiente è inquinato ad ogni processo di essiccazione.