Termometro per acquari

[/atkp_list

Test & confronto Termometro per acquari.

Prima di acquistare un acquario XXL o un acquario abbastanza piccolo e iniziare l’acquaristica, dovreste fare un test del termometro per acquari. La temperatura dell’acqua nell’acquario deve essere assolutamente corretta, in quanto fa bene ai pesci. Si dovrebbe quindi effettuare un test del termometro per acquari.
Test del termometro per acquari: con la giusta tecnologia, i pesci si sentiranno a loro agio in acquario, soprattutto se si utilizza il termometro ad acqua Zacro LCD-Digital per determinare la temperatura ottimale. Le piante e le decorazioni fanno sembrare l’acquario un quadro verde. Pulire accuratamente l’interno e l’esterno del serbatoio con aceto, sciacquare e asciugare prima di installarlo. Utilizzare una livella a bolla d’aria nel punto previsto per controllare che il serbatoio sia livellato. Per la sicurezza e l’isolamento termico, collocare sotto l’acquario una piastra o un tappetino isolante dello spessore di 0,5 – 1 cm. Se il serbatoio si trova in una zona fredda, anche i lati esterni sono isolati.
La parete posteriore di un acquario trasmette profondità e naturalezza. Per gli acquari più piccoli si consiglia di montare dall’esterno uno sfondo fotografico (con motivi dall’aspetto calmo e naturale).
Se è disponibile una maggiore profondità, gli sfondi profondi danno l’impressione più naturale quando hanno applicato la patina. Nella piscina, la parete posteriore dovrebbe essere completamente appoggiata al vetro. Tuttavia, può anche essere posizionato dietro la piscina con una semplice cornice.

Cos’è un termometro per acquari

Un termometro per acquari ha la funzione di misurare e regolare la temperatura.
Oltre ai riscaldatori, è necessario avere un termometro nell’acquario per controllare la temperatura. Esistono diversi tipi di termometri, ma il più comune è il classico vetro termometro un termometro a cristalli liquidi esterno. I termometri in vetro sono molto più precisi e hanno sempre una scelta migliore di pastiglie a cristalli liquidi. La maggior parte dei pesci negli acquari proviene da regioni tropicali e subtropicali. Poiché i pesci sono animali a sangue freddo, la loro temperatura corporea dipende dall’acqua in cui si trovano. Pertanto, dobbiamo „imitare“ il più possibile la temperatura del loro ambiente naturale. La temperatura corrispondente alla maggior parte dei pesci d’acquario tropicali è compresa tra i 22° C e i 25° C. La temperatura di 24° C è considerata adatta per un acquario ornamentale comune, dove i pesci si trovano spesso in diverse regioni geografiche. Va notato che ci sono molti pesci tropicali che richiedono condizioni di temperatura più estreme di queste e che devono essere tenuti in acquari speciali. Anche gli acquari dovrebbero fornire temperature costanti, poiché in natura non ci sono quasi mai fluttuazioni estreme di temperatura. Gli abbassamenti di temperatura si verificano durante le forti piogge, ma sono estremamente ridotti in un intervallo di un’ora. Variazioni di temperatura frequenti e improvvise possono portare a stress, malattie e mortalità dei pesci.

Quali sono le alternative al termometro per acquari?

Se siete preoccupati per le condizioni del vostro pesce, non cercate un’alternativa importante, comprate e installate il termometro. Ce ne sono alcuni che non sono costosi.

Il nostro Top 10 – Termometro per acquari

[/atkp_list

Applicazione del termometro per acquari

Il termometro deve essere presente in ogni acquario per proteggere gli animali. I termometri e i termoregolatori sopra l’acqua sono il modo più antico, economico e quindi tecnologicamente più semplice per riscaldare. Nel loro caso, il riscaldatore è costituito da un filo avvolto e da un supporto in ceramica in un tubo di vetro che è parzialmente immersi nell’acqua. Solo i nuclei riscaldanti del termometro, del radiatore e del sensore si trovano sotto la superficie dell’acqua, mentre il termostato deve rimanere sopra la superficie dell’acqua per evitare il contatto diretto con la superficie dell’acqua. Sono montati verticalmente, appesi al bordo del vetro o fissati con adesivo sottovuoto in gomma per l’interno del vetro dell’acquario. Lo svantaggio maggiore è che ci vuole molto tempo per impostare la temperatura desiderata. I riscaldatori ad immersione sono una versione migliorata della versione sopra descritta ed il vantaggio principale è che hanno un contenitore di vetro (tubo) in cui sono posizionati tutti gli apparecchi di riscaldamento, sigillati e quindi il riscaldatore è completamente a tenuta stagna. Questi riscaldatori sono posti sotto vuoto mettendo degli adesivi sul vetro in posizione verticale o orizzontale. Per la regolazione stessa, è meglio seguire le istruzioni del costruttore, anche se il consiglio generale (ove consentito) è quello di mantenere il riscaldatore in posizione orizzontale piuttosto che verticale. Per il posizionamento verticale, è importante notare che l’intensità di riscaldamento è più forte nel radiatore e che l’aria riscaldata sale e tocca il sensore. Questo può causare una piccola deviazione nella precisione del riscaldamento, perché il sensore reagisce più all’aria che alla temperatura effettiva dell’acqua. Il successivo vantaggio di questi riscaldatori è che molti altri modelli moderni hanno una scala di temperatura preimpostata incorporata. Questo permette di impostare il riscaldatore alla temperatura desiderata prima che venga collocato nell’acquario e solo in seguito permette al riscaldatore di funzionare. Anche se questi riscaldatori sono abbastanza affidabili in termini di questa impostazione della temperatura, è auspicabile avere un termometro speciale per controllare lo stato reale, che si trova all’estremità opposta dell’acquario dal dove si trova il riscaldatore.

Che pesci vuoi tenere?

Le lastre di polistirolo sono posizionate sotto grandi pietre o costruzioni di roccia per un supporto sicuro e inamovibile. Quindi montare gli accessori tecnici come il filtro, il riscaldamento e il sistema CO² esattamente secondo le istruzioni per l’uso, ma non metterli ancora in funzione.
Per una crescita rigogliosa delle piante, avrete bisogno di ghiaia per acquari senza calce con una granulometria da tre a cinque millimetri. Qualsiasi altra cosa può solo far male. A causa del pesce, dovrebbe essere il più rotondo possibile (mai spigoloso!) e di un colore coperto. Prima di riempirlo nel serbatoio, lavarlo accuratamente.
Se si desidera mantenere i pescatori con cisterna o camion, riempire circa un terzo della superficie inferiore (in primo piano o in mezzo) con ghiaia tonda (1 – 2 mm) alta circa 3 cm. Altrimenti portare la ghiaia a circa 1 – 2 cm di altezza. Cospargere uniformemente su di esso un deposito di fertilizzante contenente ferro (fertilizzante a lento rilascio) e ricoprirlo con 3 – 5 cm di ghiaia. Per l’aspetto e per una migliore estrazione dei detriti, il terreno dovrebbe salire leggermente verso la parte posteriore. Non dimenticate di usare un buon termometro digitale Zacro LCD all’avanguardia per l’acqua.

Progettazione dell’acquario

Molti pesci hanno bisogno di radici (ad esempio, le trappole a ventosa come pascolo) e di pietre come riparo. Sono adatti il basalto, il granito, l’ardesia o il legno di pietra. Tutte le radici degli animali domestici devono essere sabbiate e il più pesante possibile. Innaffiare le radici fino a quando non c’è più galleggiamento. Il legno fresco della foresta non è adatto perché è marcio e ha una notevole galleggiabilità.
Si dovrebbero anche annaffiare i nascondigli dei pesci di argilla e le foglie di faggio marrone prima dell’uso. Metteteli in spazi aperti senza piante.
Per i pesci che depongono le uova nel terreno o che hanno bisogno di un habitat (ad esempio i killifish), progettare il substrato con sabbia fine e fibre di torba. Le pietre calcaree sono più adatto ai laghi del Malawi e del Tanganica.
Uno schizzo decorativo e un piano di impianto vi aiuteranno a decidere dove collocare le piante, le radici e le pietre.

Quali sono i produttori di termometri per acquari?

I produttori più noti, che vendono anche i migliori: Emall Supply, Zacro, Zoomed, Dennerle, Browin, Sera e Tetra. Ognuno di loro è buono a modo suo e non differisce molto. Alcuni hanno caratteristiche diverse e altri hanno un design eccellente. In un test di termometro per acquari tutti questi produttori hanno ottenuto un punteggio eccellente!

Nuove caratteristiche nella gamma dei termometri per acquari

Ci sono sempre più prodotti nuovi sul mercato con i quali i produttori vogliono ottenere un punteggio. Che si tratti di impostazioni migliori e più dettagliate o semplicemente di un design migliore, ogni produttore porta ogni anno sul mercato piccole innovazioni. I dispositivi stanno diventando sempre più moderni con capacità di misura migliorate.

Vantaggi dell’acquisto di un termometro per acquari su internet

Come per altri prodotti venduti su Internet, è meglio guardarsi intorno su Internet prima con i termometri. Dal momento che è possibile trovare l’esatto Aquarium Thermometer Test e confrontare tutti i produttori e modelli, questo è un grande vantaggio quando si fa la vostra scelta. Anche se quasi tutti hanno fatto abbastanza bene nella valutazione, vale comunque la pena guardarsi intorno, perché con questo si può risparmiare un po‘ di soldi.

A cosa bisogna prestare attenzione quando si acquista un termometro per acquari?

Quando si effettua la scelta è necessario prestare attenzione anche alle etichette sul termometro stesso, in particolare quelle che indicano che l’intero radiatore può essere sommerso, che è indicato dal simbolo per le due gocce e l’altro dal Marchio di Qualità Marchiato è scritto con le lettere „UL“. Il marchio UL è l’abbreviazione di Underwriters Laboratories Inc. un’organizzazione non governativa e senza scopo di lucro organizzazione fondata nel 1894 per prevenire gli infortuni sul lavoro. Si tratta di un laboratorio indipendente che testa i campioni di prodotto per i requisiti di sicurezza. Una volta che un prodotto ha ottenuto il marchio di qualità UL, ciò non significa che verrà mantenuto. Gli esperti UL visitano regolarmente gli impianti di produzione e controllano il livello di qualità per assicurarsi che rimanga costante. La qualità delle stufe e del termometro deve essere conforme al periodo di garanzia del produttore. Il termometro è migliore e il periodo di garanzia è più lungo. È consigliabile che il costruttore dell’acquario abbia sempre un riscaldatore di riserva che può essere attivato in caso di guasto del riscaldatore principale. Tutti conoscono il guasto di una stufa solo il sabato pomeriggio.

È meglio non acquistare il prodotto più economico, ma non deve essere costoso in nessun altro modo. Garantire un rapporto qualità-prezzo accettabile. Se il prodotto non ti piace, puoi restituirlo.

Accessori utili per il termometro per acquari

Come già detto, è consigliabile che l’acquirente abbia sempre un termometro e un riscaldatore di ricambio pronti, perché nel peggiore dei casi questo può essere fatale per gli animali, perché non possono compensare la propria temperatura corporea. Inoltre, quali accessori possono essere acquistati dipende dal produttore. C’è un’ampia scelta di decorazioni.

Se avete un desiderio, potete acquistare un acquario, prima conoscere i pesci e poi acquistare gli accessori e i termometri giusti!