Registratore

Test & confronto Registratore.

Record player – il ritorno di un classico

Non molto tempo fa, molti pensavano che i vecchi dischi non fossero più necessari. Dopotutto, c’erano già i CD, seguiti dai servizi di streaming. Ma ora stanno tornando in auge, i vecchi buoni giradischi, riscoperti da molti amanti della musica.

Un giradischi è un dispositivo elettrico per la riproduzione di dischi. Il dispositivo fornisce un segnale analogico che viene trasmesso attraverso un amplificatore e fluisce attraverso gli altoparlanti come suono. La tecnologia stereo e l’utilizzo di due altoparlanti garantiscono un completo godimento della musica come in un concerto. Mentre un tempo il giradischi faceva parte di un impianto stereo più grande con radio e lettore di cassette, oggi i singoli apparecchi sono tornati di moda. Recentemente, ci sono anche dispositivi con una porta USB. Quindi il classico si è adattato perfettamente al presente.

La storia del giradischi

La storia del giradischi inizia con l’invenzione del grammofono. I musicisti hanno da tempo sentito il bisogno di poter salvare il proprio modo di suonare. Gli amanti della musica volevano anche poter ascoltare la loro musica preferita nei loro salotti senza dover ordinare ogni volta un’intera orchestra da camera. Inoltre, un grammofono andrebbe bene anche in un appartamento più piccolo. Il grammofono fu inventato da Emil Berliner nel 1887. Chiamò i portatori di suoni che gli appartenevano i dischi per grammofono. All’inizio del XX secolo furono sviluppati i primi giradischi elettrici, e gradualmente i giradischi elettrici sostituirono i vecchi dispositivi meccanici o a pendolo. Quando i grammofoni elettrici sono diventati di uso comune, sono stati chiamati giradischi. Prima c’erano I fogli di gommalacca sono stati posti in cima, che sono stati giocati ad una velocità di 78 giri al minuto.

A partire dalla metà degli anni ’50 sono arrivati sul mercato dischi in vinile che hanno sostituito i dischi in gommalacca, facilmente fragili. Con l’aiuto del nuovo materiale è stato possibile memorizzare e riprodurre il suono stereo. Questo ha migliorato la qualità del suono. I dischi avevano bisogno di una velocità inferiore rispetto ai loro predecessori: i dischi in vinile 33 e i singoli 45 giri. Quando i dischi CD sono arrivati sul mercato con ancora più spazio di archiviazione, il disco ha perso la sua lucentezza. Tuttavia, i più ostinati appassionati di vinile non hanno mai smesso di fare manutenzione ai loro giradischi. Poco a poco a poco, la richiesta di piatti „all’antica“ aumentò di nuovo e con essa la necessità di giradischi adatti. Nuove caratteristiche sono state aggiunte ai dispositivi di nuova concezione, come la connessione USB o il pitch. Su alcuni giradischi si possono anche ascoltare i vecchi dischi in gommalacca.

La nostra Top 10 – Giradischi

[/atkp_list

Giradischi in prova

Recentemente sono stati testati diversi giradischi di diversi fornitori mediante un confronto in rete. Il PX-H500 di Sony, per esempio, ha fatto molto bene; questo dispositivo di fascia media funziona con una puleggia e ha una copertura in plastica dura in stile anni ’80. Il modello Teac TN-300 funziona secondo un principio simile, ma senza il coperchio. Con il suo design nostalgico questo modello convincerà qualsiasi fanatico retrò. Ecco anche i 78 giri al minuto disponibili. Una versione molto leggera è secondo il test del giradischi DUAL DT 210 USB. Con un peso di soli 2,8 kg, è facile da spostare ed è adatto alle case più piccole dove spesso il giocatore deve essere riposto e rimosso. Il vincitore di questo test è Onkyo CP-1050-Dmit direct drive. Tuttavia, con 8,6 kg, questo dispositivo è un po‘ pesante e non ha una porta USB, a differenza degli altri. sopra i dispositivi.

Il sito web stern.de ha confrontato alcuni giradischi più economici e ha menzionato che Karcher KA 8050 è il più venduto. Questo modello è una versione leggera ed economica con un ottimo look in mogano, ma senza connessione USB. Per i DJ, i redattori consigliano il lettore Dual DTJ 301.1 USB DJ con controllo del pitch.

Testberichte.de ha testato modelli esclusivi più costosi. Il modello SR-1000R della Technics è stato valutato molto bene, ma costa un numero a cinque cifre e quindi appartiene piuttosto alla classe del lusso. Secondo questa prova di giradischi ci sono anche modelli molto buoni nella classe media, per esempio il giradischi Thorens TD 202 HiFi o il Rega Planar 3/2016, disponibile anche in rosso vivo. Per ulteriori rapporti di prova e consigli sui prodotti, visitate le pagine precedenti o altre pagine di prova – dopo tutto, sta a voi decidere quale dispositivo si adatta meglio alle vostre esigenze. Un singolo rapporto di prova può solo dare un’indicazione della direzione in cui si deve guardare.

Quale tipo mi va bene e dove posso trovarlo?

Quando si vuole acquistare un nuovo apparecchio musicale, sorgono molte domande. Il primo dovrebbe essere se sei un musicista professionista o un DJ o se vuoi ascoltare la musica nel tuo tempo libero. Se vi guadagnate da vivere con la musica, avete bisogno di un apparecchio con un’elevata qualità del suono ed eventualmente con funzioni hi-fi. Per l’uso ricreativo è spesso sufficiente una versione leggermente più semplice e quindi più economica. I giradischi più economici sono già disponibili a meno di 100 euro, ma vale la pena considerare se si vuole investire un po‘ di più in un apparecchio di fascia media. Se avete ancora dei vecchi dischi in gommalacca, avete bisogno di un giradischi che gira a 78 giri. La necessità di una porta USB dipende da come si ascolta la musica. Se si dispone di più sistemi musicali e si desidera combinarli, allora naturalmente è necessario un collegamento.

Un giradischi è Non solo un giradischi, ma in molti casi anche un elemento di arredo. Pensate a dove volete che sia il vostro giocatore prima di comprarlo. Se ha bisogno di essere usato solo occasionalmente, è possibile conservarlo in un armadio e metterlo sul tavolo quando necessario. Allora un peso ridotto sarebbe un vantaggio. Se si acquista in un negozio di elettricità locale, si può naturalmente verificare se è possibile trasportarlo correttamente. Quando si acquista su Internet, vale la pena di prestare molta attenzione ai dati tecnici. Un dispositivo con un peso netto di circa 3 kg può ancora essere facilmente spostato, ma questo è diverso con un robusto dispositivo da 10 kg. Alcuni produttori offrono giradischi particolarmente belli, ad esempio apparecchi con colori bellissimi o con un tocco retrò. Se volete che il vostro giradischi diventi un elemento decorativo che attiri l’attenzione all’interno, l’aspetto può essere più importante delle caratteristiche tecniche. Ma queste due cose non si escludono automaticamente a vicenda: Sono disponibili anche versioni retrò con grande qualità del suono e le caratteristiche più moderne.