Pompa ad aria in piedi

Test & confronto Pompa ad aria in piedi.

La pompa pneumatica stazionaria

Ogni ciclista dovrebbe avere almeno una pompa ad aria, questo è certamente vero, perché quasi nessuna bicicletta è già dotata di una piccola pompa ad aria per viaggiare. Naturalmente ci sono altre versioni, una versione molto popolare e versatile è la pompa pneumatica stazionaria. Il vantaggio della pompa ad aria stazionaria è che non solo è possibile utilizzarla per gonfiare le gomme della bicicletta, ma che questo tipo di pompa è molto più versatile.

Fatti / Pompa ad aria stazionaria

La pompa a cavalletto è stata sviluppata per il pompaggio di pneumatici per mountain bike, ma ora può essere utilizzata anche per vari altri scopi, come il pompaggio di materassi ad aria e palloni da calcio. Durante lo sviluppo della pompa ad aria dello stand, tuttavia, l’alta pressione richiesta per gli pneumatici da mountain bike è stata l’obiettivo principale.
Come molte altre pompe ad aria, la pompa ad aria del supporto funziona secondo il principio della pompa a pistone, l’unica differenza è data dalle dimensioni e dalla posizione al suolo. Grazie alla costruzione e alla posizione solida sul terreno, è possibile pompare con molta meno forza, anche a pressioni più elevate. Un manometro è essenziale per creare la giusta pressione dell’aria. Tuttavia, a causa delle dimensioni relativamente grandi, le pompe pneumatiche fisse non sono adatte a viaggiare.

Sul mercato ci sono pompe ad aria autonome di diversi produttori, un gran numero di noti produttori offrono pompe di questo tipo, ma ci sono anche molti prodotti senza nome sul mercato. Uno dei più noti produttori e fornitori di pompe ad aria per stand è la società Pedros, l’azienda produce queste pompe da molti anni e si è affermata con un’ottima qualità. Anche i produttori SKS, Prophete, Presta, Oakland, Letyne e XLC producono ottime pompe da pavimento, per cui si consiglia un confronto tra questi marchi.

La nostra Top 10 –

pompe da pavimento

[atkp_listid=’Pompa ad aria in piedi‘ template=’30“] [/atkp_list] [/atkp_list

Consigli per l’acquisto / Pompa ad aria compressa

Le pompe ad aria autonome sono adatte a un’ampia varietà di tipi di valvole, anche le valvole più grandi non sono un problema, il che rende conveniente per gli appassionati di mountain bike l’acquisto di un tale tipo di pompa in ogni caso. La pompa ad aria deve essere dotata di un manometro, solo con tale manometro è possibile garantire che i tubi della bicicletta siano riempiti correttamente e che non si verifichino danni, ad esempio a causa di una pressione troppo alta.
In particolare, le attuali mountain bike, le BMX o i palloni da calcio possono essere riempiti molto bene con una pompa ad aria fissa. È proprio per questo che vale la pena per ogni famiglia acquistare o possedere una pompa di questo tipo.
Le pompe stazionarie possono essere suddivise in tre diverse categorie;
– la prima categoria contiene le pompe ad aria fisse, che sono più adatte per le mountain bike, queste hanno un cilindro ad aria particolarmente grande, in modo che con poche corse si può raggiungere una pressione di oltre 2 bar, queste pompe possono raggiungere un massimo di 6 bar.
– La seconda categoria sono le „normali“ pompe ad aria in standby, con queste pompe è possibile produrre circa 9-11 bar, i cilindri ad aria sono leggermente più sottili, ma questo rende più facile il pompaggio. Questo tipo di pompa è ideale per le biciclette da trekking.
– La terza categoria si chiama compressori da corsa, sono perfetti per i pneumatici da strada stretti e possono generare fino a 20 bar. Qui le gomme più spesse devono essere riempite con un numero significativamente maggiore di colpi di pompa, ma qui il pompaggio è molto facile.

Soprattutto quelli di voi che viaggiano regolarmente in bicicletta dovrebbero prendere in considerazione l’acquisto di una pompa ad aria fissa, l’investimento di 20-30 euro vale la pena. garantito.

[atkp_listid=’Pompa ad aria in piedi‘ template=’10490′][/atkp_list][/atkp_list]