Lampada per piante

[/atkp_list

Test & confronto Lampada per piante.

Piante – ampiamente illuminate

La primavera non appare fino a quando le assi nelle stanze dei bambini non sembrano riempirsi miracolosamente. Salvia, raccoglitori di insalata e giacinti vi invitano a portarli a casa. Spesso la nuova acquisizione si occupa poi del davanzale, afflitto da afidi troppo zelanti. Questo pezzo di natura in una pentola sembra avere bisogni pronunciati? L’irrigazione da sola è raramente sufficiente. Per garantire che l’affetto per la vostra pianta di casa sia mantenuto e che le vostre piantine trovino la loro strada verso la aiuola del giardino, avete bisogno di conoscenze di base su ciò di cui le vostre piante di casa si nutrono.

Persone, animali e piante hanno fame di luce

Le creature del nostro pianeta spesso si differenziano solo per il linguaggio in cui esprimono i loro desideri. Una pianta sana, di solito invisibile all’occhio umano, cresce ad una velocità di pochi millimetri al giorno, si nutre, respira, suda, espelle i prodotti di scarto, si riproduce ed è abbastanza capace di reagire irritato a cure non adatte alla specie. Triste, appeso, pallido, pigro in fiore, queste sono solo alcune caratteristiche. La mancanza di luce è probabilmente la ragione principale per cui la vostra nuova acquisizione è così testarda. Come si può rimediare rapidamente?

Sole e piante – una storia d’amore intima

Gli esseri umani e gli animali hanno bisogno di proteine, grassi e carboidrati per alimentare i loro tessuti su base giornaliera. Le piante verdi, invece, vivono di luce, aria e acqua. Una possente parete racchiude il loro plasma cellulare, il nucleo delle cellule e le informazioni genetiche. L’anidride carbonica e l’acqua devono essere costantemente disponibili per produrre glucosio utilizzando l’energia solare o la luce artificiale. Un faggio adulto ne può mettere un chilo all’ora. La pianta verde o clorofilla, conservata in milioni di organi fogliari, rende possibile questa magia chimica.

La fotosintesi funziona anche all’interno, ma solo

– luce sufficiente e attraverso l’uso di
– Lampade per piante, con
– Ventilazione,
– temperatura regolata,
– fornitura regolare di acqua,
– fecondazione costante.

L’ossigeno, senza il quale probabilmente non saremmo sopravvissuti fino ad oggi, è un sottoprodotto della natura. Una parte di essa viene utilizzata dalle piante per bruciare l’amido. Questo produce germogli, foglie, fiori e frutti. Conserva lo zucchero non necessario in tuberi, radici e semi. Come può il giardiniere dilettante sapere dove c’è bisogno di più luce per far crescere vigorosamente le piante?

Ogni pianta ha il suo posto preferito – all’interno e all’esterno

Proprio come le persone, le piante verdi scelgono l’ambiente circostante, anche i loro vicini. I giardinieri possono solo imitare le condizioni naturali. Le informazioni sulle specie e sul genere delle piante si trovano di solito sul cartellino del prezzo. Il ritratto della pianta corrispondente si trova rapidamente. Le aree di distribuzione forniscono informazioni sul luogo di origine e l’altezza della pianta dà un’idea di quanta parte della pianta avete in casa se la curate bene. Con il simbolo del sole si può decidere se si preferisce il crescione, il peperoncino, la clematide in pieno sole, in mezza ombra o al fresco e umido. Questa preferenza è geneticamente determinata, non cambia nello spazio e deve quindi essere presa in considerazione al momento dell’acquisto e della semina.

La nostra Top 10 – Lampada da impianto

[/atkp_list

Non c’è vita senza luce – cos’è una lampada vegetale?

Illuminare dall’alto, di lato, con una forza sufficiente, con un ampio spettro di colori, questo è il modo in cui le piante verdi e fiorite preferiscono. Niente è più facile che usare una fonte di luce elettrica. Ma la scelta è enorme. Le lampade a LED competono con le lampade alogene e a gas a pressione per l’attenzione degli amanti delle piante. Tecnicamente, le lampade dell’impianto possono essere suddivise in

1. lampade a luce diurna
Lampade fluorescenti: contate sotto le lampade a scarica di gas, all’interno con un rivestimento fluorescente, convertono la luce UV in luce visibile e richiedono un reattore per accendersi, a differenza dei tubi fluorescenti, che appartengono alle lampade a catodo freddo.
Lampade a vapori di sodio: anche una lampada a scarica di gas. La scarica di vapore di sodio produce luce visibile. Anche in questo caso sono necessari una zavorra e un accenditore. Piacevole colore della luce, elevata resa luminosa.
Lampade a ioduri metallici: lo xeno e il neon accendono la lampada, il mercurio, le terre rare e i composti alogeni aumentano l’emissione luminosa. Emissione di luce naturale molto elevata, durata di vita relativamente breve. Ad alto prezzo.

2. Luci a LED
La luce è prodotta da diodi emettitori di luce, sono considerati lampadine a risparmio energetico e sono stati a lungo considerati improduttivi. Nel 2014, tre fisici giapponesi hanno ricevuto il premio Nobel per l’invenzione dei LED blu. I componenti della luce rossa, verde e blu sono ora mescolati in luce bianca. Rispettoso dell’ambiente, moderno, di lunga durata ma costoso.

3. novità
Strisce luminose a LED: autoadesive, impermeabili, flessibili per uso interno, 60 LED per metro lineare in tre diverse lunghezze d’onda.

4. lampade di ricambio
Lampade fotografiche, lampade da comodino

Quello che si decide di fare dipende molto da quale pianta si vuole curare, da dove si trova, se ha luce extra diurna e, infine, quanto in profondità si vuole scavare in tasca. Prima di iniziare a guardare le proprietà di una buona lampadina di una pianta, dovreste stimare quante piantine possono essere prodotte dal vostro raccolto, quanti vasi vorreste ibernare, quali piante verdi, oltre alla luce del giorno.

Requisiti per una buona illuminazione dell’impianto

Una lampada è ottimale quando può darvi il massimo sostegno durante la crescita, la cura o il letargo e quando può essere utilizzata per fornire abbondante coltivare gli ortaggi. Le lampade con abbagliamento, l’elevata diffusione della luce, l’eccessiva generazione di calore, i rumori di lavoro, che causano anche costi di elettricità esorbitanti, sono fastidiosi a lungo termine. Se si sa, con un’ipotesi approssimativa, quanti m2 si vogliono illuminare, k

È possibile determinare facilmente l’ampiezza dell’angolo di illuminazione in relazione all’area prevista. In sostanza, le lampade delle piante si illuminano

– a punta: una pianta
– Angolare: da tre a cinque piante, più sono, maggiore è l’angolo
– a pannelli: camere intere, serre, cantine

Gergo tecnico sul test della lampada dell’impianto

Prima di salire in macchina e guidare fino al più vicino negozio di fai da te, dovreste conoscere i concetti di base dell’illuminazione delle piante. Se volete che la vostra campagna di illuminazione sia efficace, potete contribuire a determinare la vostra decisione di acquisto.

Spettro cromatico
Ciò che l’occhio umano percepisce come luce del giorno bianca ha in realtà una gamma di colori. I componenti verde, blu e rosso creano in noi la tipica sensazione di benessere solare. Per la pianta, questa luce brillante garantisce condizioni di fotosintesi ottimali.

Temperatura di colore (K)
E ‚decisivo per il successo di allevamento di giovani piante giovani e la germinazione dei semi ed è espresso in Kelvin, abbreviato K. Lampadine vegetali con 5300 – 6500 Kelvin corrispondono a luce bianca diurna, misurata a mezzogiorno. Questa temperatura di colore si trova anche sotto la denominazione di bianco puro o bianco freddo.

Watt (W)
Questa è la misura per l’effetto elettrico di una lampada da impianto. Non dovreste aspettarvi una potenza elevata (W) solo per invogliarvi a comprare una lampada. Una lampada a risparmio energetico con 5500 Kelvin e 40 Watt fa la stessa cosa di una lampada a LED con 6500 Kelvin, ma con soli 14 Watt.

Lumen (lm)
Lumen si riferisce alla forza del flusso luminoso in relazione alla superficie illuminata. Il numero di lumen determina lo sviluppo ottimale delle foglie e dei fiori delle vostre piante verdi. Per la coltivazione da seme, il valore non gioca un ruolo primario. Calcolo: lumen diviso per watt.

Lux (lx)
Misura dell’illuminamento che cade su una superficie illuminata, misurata in m2 . Indicato dalle lettere lx. Calcolo: lumen diviso per m2 . Gli orticoltori professionisti nelle grandi serre misurano questo valore in modo rapido e preciso con un luxmetro. Sia il lumen che il lux indicano l’illuminamento visibile.

Valore PAR
Il valore dell’energia radiante che la pianta può utilizzare per la fotosintesi. Non importa se la luce del sole o della pianta è disponibile. Il 100% della potenza di fotosintesi si ottiene tra 400 e 700 lunghezze d’onda nanometriche. Questo valore è paragonabile alla gamma rosso-blu delle radiazioni visibili all’uomo.

Nel contesto di un vivaio per hobby, è sufficiente selezionare una lampada per piante con una temperatura di colore ottimale e una potenza corrispondente. Tuttavia, se avete in programma l’acquisto di una serra per giardini d’inverno o di una serra professionale o anche di coltivare orchidee, vi consigliamo di conoscere il materiale. Qui gli acquisti sono rapidamente costosi.

Quanto costa l’acquisto di una lampada per piante?

– Piccola coltivazione: lampada a luce diurna 5 – 15 Watt/5700 Kelvin da avvitare in una base di lampada esistente (lampada da comodino), disponibile anche come lampada a risparmio energetico con bassa temperatura di funzionamento. Qui siete inclusi con un importo di 35 Euro.

– Piante diverse in fila: luce radiante con 2 tubi fluorescenti da 135 watt/5500 Kelvin ciascuno. Già disponibile per circa 50 Euro.

– Ampie aree: Raccordo per 4 tubi fluorescenti, montato direttamente sopra la piantagione, in verticale o in orizzontale sulla parete. Lunghezza del fascio da 50 cm, illuminamento fino a 8000 Lux/6400 Kelvin. Con 100 Euro si illuminano 20 m2.

Accessori utili per la lampada dell’impianto Test

– Easy Rolls: quando le lampade delle piante in serra, in cantina, in soggiorno non dovrebbero essere d’intralcio. I rulli sono montati sotto il soffitto, il necessario Il cavo di sospensione viene srotolato e fissato con le viti di bloccaggio. In questo modo è possibile apportare modifiche in qualsiasi momento.
– Coulisse con moschettoni: il secondo modo pratico e sicuro per stabilizzare gli elementi di illuminazione pesanti. La corda è fissata sul lato del moschettone con una puleggia. Se si tira l’altra estremità della corda, l’altezza di montaggio può essere facilmente regolata.
– La pellicola in bianco e nero sulla parete laterale migliora la resa luminosa.
– Timer: analogico o digitale, l’illuminazione 24 ore su 24 è tollerata solo da pochissime piante, indispensabile durante le vacanze e le assenze prolungate.

Commercio specializzato, commercio specializzato

Conoscete la sensazione di esaurimento completo dopo un corso attraverso tutti i mercati di piante? Questo non succede quasi mai quando si acquistano lampade per piante su internet. Sdraiarsi in vetrina fa risparmiare energia e tempo. Alcune aziende offrono modelli di finanziamento, altre abbassano il prezzo se la quantità dell’ordine è abbastanza grande o consegnano senza costi di spedizione. Le fatture possono essere pagate di solito entro due settimane. Uno specialista vi consiglierà per telefono, cordiale e competente. Il servizio clienti e il personale addestrato non si trovano più da tempo presso i discount. Portalampade, spine di ricambio, accessori, qui vale la pena anche il contatto personale.

Quando si dovrebbe utilizzare la luce artificiale in ogni caso?

Già all’inizio dell’autunno le giornate si accorciano, l’intensità della luce e il numero di ore di sole che affonda il trampolino. Sebbene anche le piante vadano in letargo, la poca luce delle scale non è sufficiente per ogni specie. I davanzali delle finestre, anche quelli esposti a sud-ovest, raramente sono abbastanza luminosi in pieno inverno e spesso sono surriscaldati perché si trovano direttamente sopra il riscaldamento. Le condizioni per i vostri ibernatori sono ottimali quando temperatura, umidità, luce, fertilizzazione e L’irrigazione è sintonizzata l’una con l’altra. Un posto fresco, in un seminterrato ben illuminato e ventilato, fa un ottimo servizio. In tutti questi casi è bene usare una lampada per piante, per non parlare della coltivazione di piante giovani dai semi dell’estate scorsa. Cetrioli, zucchine, zucche e pomodori vogliono crescere rapidamente. Le piantine compatte e squamose ci permettono di aspettarci un raccolto più precoce.