Essiccatore d’aria di scarico

[/atkp_list

Test & confronto Essiccatore d’aria di scarico.

I migliori essiccatori ad aria di scarico 2020 a confronto

Cos’è un essiccatore d’aria di scarico?

Per asciugare il bucato appena lavato si può usare una linea di abbigliamento o un’asciugatrice elettrica. Un’asciugatrice ad aria di scarico è una di queste asciugatrici elettriche. Utilizza l’aria dell’ambiente per asciugare il bucato. L’aria umida viene poi condotta all’esterno attraverso un tubo flessibile attraverso una finestra o un’apertura a muro. Le asciugatrici a secco sono le asciugatrici più economiche. Utilizzano un po‘ più energia rispetto alle asciugatrici a condensazione o alle asciugatrici a pompa di calore.

Come funziona un essiccatore d’aria di scarico?

In un essiccatore ad aria di scarico la biancheria viene asciugata facendo evaporare l’acqua ancora presente. A questo scopo, l’aria della stanza viene riscaldata da elementi riscaldanti e in un tamburo contenente il bucato umido. Il movimento del tamburo e l’aria riscaldata asciuga il bucato. L’aria riscaldata assorbe l’umidità e viene poi scaricata all’esterno attraverso un tubo flessibile. L’aria passa attraverso un filtro per la lanugine in cui le fibre sciolte e la lanugine vengono raccolte e poi portate all’esterno con l’aria.

Applicazioni di un essiccatore d’aria di scarico

Gli essiccatori ad aria di scarico sono molto adatti per una lavanderia o un locale seminterrato con una piccola finestra in modo che il tubo dell’aria di scarico possa essere posizionato all’esterno.

Gli

essiccatori ad aria di scarico sono stati i primi ad essere offerti, e

quindi hanno una solida lavorazione e una tecnologia matura. Un’asciugatrice ad aria di scarico di solito si adatta allo stesso carico di una lavatrice.
Il funzionamento dell’essiccatore dell’aria di scarico è abbastanza semplice. I programmi per i diversi tipi di tessuti sono solitamente predefiniti. La lavanderia può essere posizionata nel

gli armadi sono asciutti o stirati. Un display digitale mostra quale programma è attualmente in esecuzione e quanto tempo ci vuole per completarlo.
Durante il processo di essiccazione, il tubo dell’aria di scarico deve essere posizionato all’esterno. Può essere installato in modo permanente vicino ad un foro nel muro o può essere collocato all’esterno attraverso una finestra.

Acquista il nostro Top 10 – essiccatori ad aria di scarico

[/atkp_list

Chi ha bisogno di un essiccatore d’aria di scarico?

Gli essiccatori ad aria compressa sono i più economici sul mercato. Sono adatti ad ogni famiglia. Tutto ciò che serve è la possibilità di fissare saldamente il tubo dell’aria di scarico ad un’apertura nel muro o di farlo passare attraverso una finestra.

Quali tipi di essiccatori ad aria di scarico sono disponibili?

Esistono diversi tipi di essiccatori ad aria di scarico, ma tutti i modelli funzionano nello stesso modo descritto sopra. È possibile scegliere tra un caricatore frontale e un caricatore superiore.
I caricatori dall’alto sono di solito unità più piccole e quindi hanno una capacità inferiore. Poiché il coperchio superiore deve essere aperto per il riempimento, i caricatori superiori non sono adatti come unità ad incasso. Nella maggior parte dei casi vengono regolati anche i pulsanti di comando sulla parte superiore dell’apparecchio. Pertanto, il luogo deve essere scelto correttamente.
I caricatori frontali sono solitamente disponibili nelle dimensioni standard 60 x 58 x 85 (L x P x H).

Vi si

può accedere dal davanti attraverso una porta

completamente chiusa o con una rosa di vetro. Possono anche essere integrati in una cucina come elettrodomestici da incasso. Le porte hanno spesso una cerniera a sinistra o a destra in modo da potersi adattare meglio all’edificio.
Oltre all’essiccatore ad aria di scarico, ci sono anche gli essiccatori a condensazione, dove l’acqua viene anche tolta dai vestiti, ma poi portata nell’essiccatore a condensazione. viene raccolto in un contenitore, che deve poi essere svuotato. Ci sono anche le asciugatrici a pompa di calore, che sono dotate della più recente tecnologia di asciugatura, ma sono anche la versione più costosa di un’asciugatrice.

Campo di applicazione dell’essiccatore dell’aria di scarico

Un’asciugatrice ad aria di scarico viene utilizzata solo per asciugare nuovamente il bucato dopo che è stato lavato in lavatrice.

Requisiti per un buon essiccatore d’aria di scarico

In un test dell’essiccatore dell’aria di scarico, si presta particolare attenzione ai seguenti punti:

Classe di efficienza energetica
Tutti gli essiccatori dovrebbero ricevere la nuova etichetta energetica dell’UE dal maggio 2013. L’etichetta A+++ è sinonimo della migliore efficienza energetica. Le asciugatrici non sono così efficienti dal punto di vista energetico come le lavatrici.
Tutte le asciugatrici devono essere almeno di classe C. Poiché la tecnologia degli essiccatori ad aria di scarico è già un po‘ obsoleta, essi raggiungono di solito solo la classe di efficienza energetica C. Alcuni modelli più recenti raggiungono anche la classe B.

Consumo annuo di energia elettrica
Particolarmente importante per un test dell’essiccatore d’aria di scarico è il consumo energetico dell’unità in un anno. Il prezzo di un chilowattora per l’anno 2019 è stato preso come valore di riferimento.
Gli essiccatori ad aria compressa con classe di efficienza energetica C consumano da

450 a 500 kWh, ovvero circa 126-150 Euro di costi di elettricità all’anno. Nella classe di efficienza energetica B, il consumo annuo di elettricità è leggermente inferiore.

Peso della macchina
Gli essiccatori ad aria compressa sono più leggeri di una lavatrice e pesano circa 32 kg.

Tempo di asciugatura
Il tempo massimo di asciugatura è importante anche per il test dell’essiccatore ad aria di scarico. Questo è il tempo necessario ad un’asciugatrice ad aria compressa per asciugare un carico di biancheria. La maggior parte dei modelli impiega circa 90 minuti per asciugare. Alcuni

Gli essiccatori ad aria hanno un tempo di asciugatura di soli 60 minuti.

Vantaggi e svantaggi di un essiccatore d’aria di scarico

Vantaggi:

Gli essiccatori ad aria compressa forniscono un ottimo risultato di essiccazione.
Hanno molti programmi di asciugatura.
L’umidità viene condotta all’esterno in modo affidabile.
Gli essiccatori ad aria compressa richiedono poca manutenzione.
Il loro funzionamento è relativamente semplice.
Gli essiccatori ad aria di scarico hanno una costruzione robusta e una tecnologia collaudata e durevole.
Gli essiccatori ad aria compressa sono molto economici.

Svantaggi:
Nel caso di un essiccatore dell’aria di scarico, il filtro della lanugine deve essere svuotato regolarmente.
L’essiccatore dell’aria di scarico richiede un’apertura a parete o a finestra per il tubo dell’aria di scarico.
Ha un consumo energetico più elevato.

A cosa devo prestare attenzione quando acquisto un essiccatore ad aria compressa?

Se volete acquistare un essiccatore ad aria compressa, dovreste considerare alcuni punti in anticipo. Questi sono:

Caricatore frontale o caricatore superiore
A seconda di dove si desidera posizionare l’asciugatrice ad aria compressa, è possibile scegliere un dispositivo di caricamento dall’alto o un dispositivo di caricamento frontale come una lavatrice. I caricatori dall’alto non sono adatti per l’installazione in cucina. Con i caricatori frontali si dovrebbe anche fare in modo che le porte siano dotate di porte a destra e a sinistra.

L’essiccatore può essere montato sul lato destro, consentendo di impostare l’essiccatore in modo più flessibile.

La quantità di riempimento
Gli essiccatori ad aria di scarico come caricatore frontale hanno una capacità media di 6 o 7 kg. La capacità deve essere scelta in base alla capacità della vostra lavatrice. Ciò significa che l’asciugatrice dovrebbe avere circa un chilo di capacità in più rispetto alla lavatrice. Questo perché le lavatrici usano il lavaggio a secco per il riempimento e le asciugatrici usano il lavaggio a umido, che ha una capacità leggermente maggiore.

Inoltre, la lavanderia è meglio ventilata in un tamburo più grande e di conseguenza si asciuga più velocemente. Gli essiccatori ad aria compressa con un volume di 7 kg sono consigliati per le famiglie.

I diversi programmi
Gli essiccatori sono facili da usare. Tuttavia, gli apparecchi devono avere un certo numero di programmi di asciugatura. Ogni essiccatore ad aria di scarico è dotato di un programma di essiccazione in armadio. Anche l’umidità del ferro da stiro è di solito uno dei programmi. Altri programmi possibili sono: stiratura extra asciutta e umida, programmi speciali morbidi, protezione dalle pieghe e programmi speciali per l’igiene per chi soffre di allergie.
Una preselezione di avvio determina quando l’essiccatore inizia a funzionare e il tempo rimanente può essere letto su un display a LED.

Un display chiaro
Il display dell’essiccatore deve essere chiaramente leggibile. Molti modelli utilizzano indicatori a LED gialli o rossi. Il programma di asciugatura può essere letto sul display. È anche possibile leggere il tempo rimanente che il programma deve completare.
Eventuali messaggi di errore verranno visualizzati anche sul display, in modo da sapere per tempo se l’essiccatore dell’aria di scarico ha bisogno di manutenzione. Indica anche, ad esempio, quando il filtro della lanugine deve essere pulito.

long=“zxxLa classe di efficienza energetica
Per la classe di efficienza energetica, come già detto, si può scegliere tra B e C, dove B è la variante un po‘ più economica per il consumo di energia.

Innovazioni negli essiccatori ad aria di scarico

Gli essiccatori ad aria di scarico sono disponibili presso i produttori da molto tempo. Naturalmente, di tanto in tanto vengono offerti anche nuovi design. Non si può cambiare molto nella tecnologia.

Quali sono i produttori di essiccatori d’aria di scarico?

Qui sotto troverete i più importanti produttori di essiccatori ad aria di scarico:
Bosch
AEG
Miele
Gorenje

Brevi informazioni sui principali produttori di essiccatori d’aria di scarico

Bosch
L’azienda tedesca Robert Bosch GmbH con sede a Gerlingen è stata fondata nel 1886. L’azienda produce, tra l’altro, anche essiccatori ad aria di scarico. Questi hanno di solito una capacità di 7 kg. Di solito si tratta di modelli di caricatori frontali dotati di protezione pieghevole, di molti programmi di asciugatura, di un display del tempo residuo e di un’illuminazione interna a LED. Le unità sono conformi alla classe di efficienza energetica C e hanno un consumo medio di energia elettrica di 500 kWh.

AEG
La tedesca AEG Aktiengesellschaft, con sede a Berlino, è stata fondata nel 1883. Oggi l’azienda appartiene alla società svedese Electrolux. Gli essiccatori ad aria di scarico AEG sono per lo più modelli con caricatore frontale, che sono dotati dei più importanti programmi di essiccazione. Hanno una produzione di 7 kg e corrispondono alla classe di efficienza energetica C con un consumo annuo di 510 kWh.

Miele
Miele & Cie. KG con sede a Gütersloh è stata fondata nel 1899. L’azienda produce lavatrici dal 1914. Gli essiccatori ad aria di scarico hanno un’ottima

lavorazione e sono molto resistenti. Gli essiccatori ad aria di scarico Miele soddisfano la classe di efficienza energetica C e hanno un consumo medio annuo di elettricità di 490 kWh. Le unità sono dotate di protezione antischiacciamento, sensore di umidità, illuminazione del tamburo, molti programmi di asciugatura e programmi soft.

Gorenje
La società slovena Gorenje ha la sua sede centrale a Velenje. Gli essiccatori ad aria Gorenje hanno un design moderno ma senza tempo. Hanno una capacità da 6 a 8 kg. Le unità offrono molti programmi di asciugatura e rammollimento e alcune unità hanno anche una preselezione dell’ora di inizio. Sono conformi a

classe di efficienza energetica C.

Internet vs. commercio specializzato: dove posso acquistare il mio asciugacapelli?

Vantaggi quando si acquista in un negozio di materiale elettrico locale:
Su richiesta è possibile ottenere consigli dal personale di vendita addestrato.
Dopo l’acquisto, l’unità può essere portata immediatamente con voi.
Spesso ci sono sconti significativi su apparecchi in disuso o impianti dimostrativi.

Svantaggi dell’acquisto in un negozio di elettronica locale:
Potresti dover accettare un lungo viaggio.
Il rivenditore di elettrodomestici ha solo una scelta limitata di apparecchi.
Alcuni apparecchi sono piuttosto costosi.
Di solito è difficile restituirli se non ti piacciono.

Vantaggi nell’acquisto via Internet:
Non hanno strade di accesso.
Non siete vincolati dagli orari di apertura del negozio, ma potete ordinare 24 ore su 24 365 giorni all’anno.
I negozi online offrono una vasta gamma e prezzi relativamente bassi.
La consegna può avvenire a volte entro 24 ore.
La consegna avviene all’ingresso ed è in parte gratuita.
Se il prodotto non ti piace, hai il diritto di recesso.

Svantaggi nell’acquisto via Internet:
Non riceverete consigli personali di vendita,
Non è possibile portare subito con sé l’apparecchio.

Fatti interessanti e consigli sull’essiccatore dell’aria di scarico

La storia
I primi essiccatoi sono stati sviluppati intorno al 1800 in Francia. Questi dispositivi erano azionati a mano e non riuscivano ad affermarsi. All’inizio del XX secolo arrivarono sul mercato le prime asciugatrici elettriche, che erano asciugatrici ad aria compressa. Questi dispositivi, caricatori frontali e superiori, avevano le prese d’aria chiuse. Solo negli anni ’40 è stato offerto il primo essiccatore ad aria compressa con finestra in vetro.

In Europa, Miele ha prodotto i primi essiccatoi nel 1958.

Cifre, dati, fatti
Da un’indagine di mercato condotta nel 2016 è emerso che nel 2000 circa il 31,8% delle famiglie tedesche possedeva un’asciugatrice. Nel 2005 era del 39,3 per cento, nel 2006 è sceso al 34,5 per cento e nel 2007 è risalito al 40 per cento. Negli anni successivi il numero è oscillato tra il 40 e il 38,6 per cento e nel 2016 è stato del 41,1 per cento.

Prezzi: quanto costano gli essiccatori ad aria compressa?
Gli essiccatori ad aria compressa costano tra i 200 e i quasi 300 euro. Miele e Siemens offrono anche essiccatori d’aria di scarico per più di 500 EUR e più di 600 EUR rispettivamente.

Accessori utili per un essiccatore d’aria di scarico

Un tubo dell’aria di scarico è una parte essenziale degli accessori di un essiccatore dell’aria di scarico in modo che l’aria umida possa essere condotta all’esterno dell’essiccatore.
Un altro accessorio utile sono le cosiddette palle di essiccazione. Permettono all’aria di passare tra il bucato e accelerare il processo di asciugatura. Assicurano inoltre che il bucato sia arioso, leggero e senza grinze.

class=“western“lang=“zxx“>Alternative per l’essiccatore dell’aria di scarico

L’alternativa più lunga conosciuta ad un essiccatore d’aria di scarico è lo stendibiancheria con tutte le sue varianti.
Oggi, invece di un essiccatore ad aria di scarico, è possibile acquistare anche un essiccatore a condensazione o un essiccatore a pompa di calore. Un’altra alternativa è la lavatrice, che è un apparecchio due in uno.