Cuffie a cancellazione di rumore

[/atkp_list

Test & confronto Cuffie a cancellazione di rumore.

Le migliori cuffie antirumore 2020 a confronto

Niente e tutto in una volta – cuffie a cancellazione di rumore

Chi non lo fa? Si vuole ascoltare la musica in modo rilassato e la strada o il rumore dell’edificio ruggisce dall’esterno. Volete guardare un video sul vostro cellulare, ma le persone intorno a voi sono troppo rumorose. Quindi si mettono le cuffie nell’orecchio e si sente ancora solo la metà? Una speciale cuffia a cancellazione del rumore, chiamata cuffie a cancellazione del rumore, può aiutarvi.
Queste cuffie fanno in modo che sentiate il meno possibile, e al massimo niente, dei suoni che vi circondano.

Ma come fanno le cuffie a farlo?

Si può fare una distinzione tra cuffie a cancellazione di rumore attive e passive, a seconda del loro funzionamento e delle loro capacità di cancellazione del rumore o addirittura di cancellazione del rumore.
L’attenuazione passiva si ottiene utilizzando materiali fonoassorbenti, cioè materiali che riducono o impediscono la propagazione del suono. La riduzione attiva del rumore e della rumorosità è ottenuta grazie ad un microfono integrato alimentato da una batteria o da una batteria ricaricabile, che assorbe il suono dall’esterno e lo attenua internamente e lo degrada a causa delle interferenze (la sovrapposizione di più onde). A frequenze più alte, la riduzione passiva del rumore è molto più efficace della decomposizione attiva del suono.
Tuttavia, i campi di applicazione di tali cuffie vanno ben oltre l’uso privato: soprattutto nelle occupazioni in cui non è possibile evitare il rumore ambientale (come nella cabina di pilotaggio di un aereo), è importante che le persone possano ancora ricevere, comprendere ed elaborare suoni e segnali. Lo stesso vale per altri rumorosi Rumore ambientale come gruppi di persone che lavorano o non lavorano (ad esempio in un call center), veicoli e motori rumorosi, o anche impianti di condizionamento dell’aria e altri apparecchi elettrici. Ad esempio, sia le persone che hanno bisogno di una particolare concentrazione sui segnali e sulle informazioni uditive nella loro vita professionale, sia le persone che vogliono evitare il più possibile il rumore ambientale nel loro ambiente privato quando utilizzano mezzi uditivi (come la musica) o mezzi audiovisivi (come film, giochi per computer, video chat) hanno bisogno di cuffie con riduzione del rumore.

Quali tipi ci sono e in che modo differiscono?

Oltre che per l’aspetto e il design, le cuffie si differenziano anche per la costruzione e il modo in cui vengono indossate. Ci sono i seguenti tipi di indossarli:

  • Informazioni su Ear
  • In-Ear
  • On-Ear

Come suggerisce il nome, le cuffie over-ear sono indossate sopra le orecchie e sono anche chiamate cuffie a conchiglia. Queste sono spesso abbastanza solide per coprire e racchiudere l’intero orecchio, ma offrono anche maggiori possibilità di isolamento acustico passivo. Le cuffie in-ear sono i piccoli tappi per le orecchie a innesto che vengono inseriti direttamente nell’orecchio. Le cuffie on-ear sono il fulcro di entrambe le varianti di cui sopra e descrivono le cuffie che vengono indossate all’orecchio ma, a differenza delle cuffie over-ear, non racchiudono completamente.
In termini di funzionalità, le cuffie si differenziano per l’alimentazione, che può essere sia a batteria che ricaricabile, e per il fatto che siano cablate o funzionino via Bluetooth. Le cuffie a cancellazione di rumore Bluetooth vengono poi collegate via Bluetooth a un dispositivo abilitato al Bluetooth, come uno smartphone o una smart TV, invece che a una spina. A seconda dello smartphone, è necessario scegliere una cuffia adatta a causa del sistema operativo, alcuni di essi funzionano solo con Android e altri funzionano solo con Android. funzionano solo con iOS. La spina è di solito destinata alla connessione AUX e di solito viene fornita con dispositivi Bluetooth.
Inoltre, alcuni modelli possono avere un microfono aggiuntivo che può essere usato come cuffia (ad esempio per fare telefonate), o pulsanti per alzare il volume, abbassarlo, andare avanti e indietro.

Acquista le nostre Top 10 – Cuffie a cancellazione del rumore

[/atkp_list

Aree di applicazione, vantaggi e svantaggi

Poiché le cuffie non vengono utilizzate solo per uso privato, ma anche per alcune professioni, un test per la riduzione del rumore delle cuffie si basa su una serie di fattori che costituiscono una buona cuffia o ne distinguono i diversi tipi:

  • Abbattimento del rumore ambientale
  • Cablata?
  • Qualità sonora dell’emissione sonora
  • Portata e qualità Bluetooth
  • Capacità della batteria/batteria e tempo di funzionamento
  • Universalmente applicabile?
  • Operazioni aggiuntive come i tasti del volume
  • Funzione cuffie desiderata e, in caso affermativo, quanto è buona la qualità del microfono?

Oltre ai risultati di un test di cancellazione del rumore delle cuffie, rimane la domanda su quale tipo di cuffie sia il più adatto per una persona in termini di comfort e quali possibilità di applicazione una persona vorrebbe avere.
La riduzione del rumore permette quindi di focalizzarsi in modo piacevole e necessario sull’ingresso uditivo ricevuto attraverso le cuffie. Uno svantaggio in questo caso è la portata del Bluetooth o del cavo e la fonte di alimentazione richiesta.

Quindi i benefici sono:

  • Il rumore dell’ambiente è ridotto, addirittura bloccato
  • Concentrarsi sull’ingresso da trasmettere attraverso le cuffie
  • Necessario e utile in varie professioni
  • Il Bluetooth consente la flessibilità senza fili
  • adatto per la riduzione dello stress

Tuttavia, va menzionato un inconveniente:

  • Richiede una fonte di alimentazione (batteria o batteria ricaricabile) per la riduzione attiva del rumore
  • Piuttosto costoso da acquistare
  • Cablato (o dispositivo Bluetooth richiesto)
  • La qualità del suono può variare notevolmente a seconda del modello

Quindi, quando si acquistano le cuffie, è necessario assicurarsi che le cuffie blocchino il suono ambientale e riproducano anche un buon suono. Tra le novità vi sono le funzioni aggiuntive sopra menzionate, come le manopole di controllo sulle cuffie, ma anche un’ulteriore ottimizzazione dell’isolamento acustico e della qualità del suono.
Produttori leader
Le cuffie Bose Noise Cancelling, tra le altre, sono ampiamente utilizzate e sono tra i principali produttori. I dispositivi della società statunitense lavorano anche per i dispositivi Apple, ma offrono anche un altro cavo per i dispositivi Android. Inoltre, l’azienda giapponese offre le cuffie Sony Noise Cancelling ed è anche uno dei produttori leader in questo campo.

Internet o il commercio specializzato? Dove posso acquistare le cuffie Noise Cancelling?

I rapporti di prova su Internet sono utili per ottenere informazioni in anticipo su qualità ed esperienze con prodotti correlati. Se volete provare voi stessi la riduzione del suono e del rumore, vale sicuramente la pena di andare in un negozio di elettronica specializzato, come Mediamarkt o Saturn. Qui il personale addestrato può fornire ulteriori e utili informazioni sul prodotto.

Cose da sapere sulle cuffie antirumore

Lo sviluppo dell’isolamento acustico e delle cuffie ha richiesto molto tempo: l’isolamento acustico attivo è stato scoperto per la prima volta nel 1878. Il premio Nobel Lord Rayleigh ha trasferito le interferenze dall’ottica al suono. Paul Lueg e Henri Quasi 50 anni dopo MarieCoanda ha anche descritto l’elaborazione teorica dei risultati di Rayleigh, ma solo nel 1988 la tecnologia digitale è stata utilizzata per produrre le cuffie a cancellazione di rumore della Bose, principalmente per i piloti di aerei.
Nel frattempo, queste cuffie offrono anche fino a 40 ore di autonomia.
Buone cuffie possono essere acquistate oggi nella gamma da oltre 100€ a circa 300€ o anche più. Questo dipende dai fattori sopra citati e dal marchio scelto. Il microfono aggiuntivo di cui sopra è un pratico accessorio che trasforma l’auricolare in cuffia e consente di lavorare più liberamente rispetto, ad esempio, a quando si tiene in mano un telefono.

In alternativa, si possono utilizzare normali cuffie per riprodurre suoni e simili. Queste cuffie esistono dal 1910.

Considerazione finale

Le cuffie a cancellazione di rumore o a cancellazione di rumore utilizzano materiali fonoassorbenti e la riduzione attiva del rumore attraverso l’interferenza per garantire che l’uscita uditiva da diverse sorgenti possa essere meglio percepita e sentita. Questo è importante, anzi necessario, per molte persone sia in ambienti privati che professionali.

[/atkp_list