Compresse per il mal di testa

[/atkp_list

Test & confronto Compresse per il mal di testa.

Mal di testa! Ognuno di noi conosce la sensazione di pulsazione, di urgenza, a volte di strappo quando si spengono. Molti di noi poi prendono antidolorifici. Perché poco ci colpisce più di quando la testa è dolorante e non reagiamo quasi mai. Ma con il nostro test del mal di testa potete scoprire tutto sui piccoli aiutanti in difficoltà e allo stesso tempo spiegare quali sono le diverse varianti e come funzionano.

Cos’è una pastiglia per il mal di testa?

Una compressa per il mal di testa è una medicina che allevia il dolore o lo fa sparire. Queste compresse sono di solito disponibili gratuitamente senza prescrizione medica in farmacia e sono abbastanza facili da prendere. Va notato che ci sono diversi principi attivi, con effetti ed effetti collaterali diversi. Facciamo una distinzione tra Pracetamolo, Ibuprofene, Acido acetilsalicilico, Diclofenac e Triptani. I triptani non sono utilizzati per il mal di testa convenzionale, ma soprattutto per l’emicrania.

Il paracetamolo appartiene al gruppo degli antidolorifici non periodici. È disponibile dagli anni ’50 e ha effetti analgesici e antipiretici. Il meccanismo d’azione non è ancora esattamente chiaro, ma si discute di diversi meccanismi. Tuttavia, è chiaro che il paracetamolo ha meno influenza sulla cicloossigenasi. Si tratta di un enzima che, in termini molto semplificati, è coinvolto nello sviluppo dell’infiammazione. Questo rende il paracetamolo più adatto allo stomaco rispetto agli antidolorifici del gruppo dei FANS. I FANS sono farmaci considerati antinfiammatori e sono utilizzati, ad esempio, nella terapia reumatoide. Quando il paracetamolo si scompone nel fegato, il danno al fegato è

Pillola per il mal di testa?

Le compresse per il mal di testa devono essere assunte il prima possibile. È importante che la compressa venga presa il prima possibile. viene ingerito il prima possibile, che l’effetto non duri troppo a lungo e che gli effetti collaterali dell’ingestione siano il più piccoli possibile. Inoltre, si deve evitare l’intolleranza a qualsiasi sostanza attiva.

Ambito di applicazione della compressa per il mal di testa?

Per il mal di testa si usa, come suggerisce il nome, una compressa per il mal di testa. Tuttavia, i diversi principi attivi hanno anche altri campi di applicazione. Il paracetamolo allevia il dolore e riduce la febbre. L’acido acetilsalicilico, invece, ha un effetto analgesico, antinfiammatorio e antipiretico e inibisce la coagulazione delle piastrine. L’ibuprofene ha proprietà analgesiche, antinfiammatorie e antipiretiche. Il diclofenac ha un effetto analgesico e antinfiammatorio.

Quali sono le alternative alla compressa per il mal di testa?

Il mal di testa può anche essere un segno di insufficiente assunzione di liquidi. È quindi importante bere sempre abbastanza. Se sentite che vi sta venendo il mal di testa e non avete bevuto abbastanza, provate a bere un grande bicchiere d’acqua calma.

Un’altra alternativa alle pastiglie per il mal di testa è l’olio di menta piperita. La sola inalazione dell’aroma fresco può alleviare il mal di testa. Applicate una goccia alla volta ai vostri templi. C’è anche l’olio di menta piperita con un pratico roll-on. L’olio essenziale raffredda piacevolmente e allevia il dolore. Non fatevelo entrare negli occhi!

Anche lo zenzero può aiutare ad alleviare il dolore. Non è solo un vecchio rimedio casalingo per la nausea, ma aiuta anche per il mal di testa. Bevilo, appena fatto, come il tè. Tutto ciò che serve è un pezzo di radice di zenzero sbucciato, versarvi sopra dell’acqua calda e lasciarlo in ammollo per dieci minuti.

Un altro rimedio casalingo dei tempi della nonna sono i garofani. Possono essere facilmente messi in bocca e masticati.

Anche l’attività fisica leggera può essere utile. Questo aiuta a prevenire i crampi rilassamento muscolare. Per esempio, ci sono speciali esercizi di yoga per rilassare i muscoli nella zona della schiena. Oppure provate a fare una passeggiata nel bosco. L’aria fresca e la tranquillità della natura aiutano anche a rilassarsi e possono alleviare il mal di testa.

A seconda della natura del mal di testa, il caldo o il freddo possono essere vissuti come piacevoli. Per questo motivo è sempre conveniente avere un impacco freddo in frigorifero. Questo può poi essere utilizzato come richiesto.

Quali sono i produttori di pastiglie per il mal di testa?

Ci sono un gran numero di produttori di pastiglie per il mal di testa. I più noti sono Bayer, Hexal, Ratiopharm e Bene.

Quali sono i vantaggi dell’acquisto di compresse per il mal di testa su Internet?

Quando si acquistano compresse per il mal di testa su Internet, è possibile confrontare diversi fornitori online e trovare l’offerta migliore per voi. Inoltre, non è necessario uscire di casa e le compresse vengono consegnate direttamente a casa. La spedizione è di solito molto veloce e può essere effettuata caso per caso, anche nello stesso giorno. Le farmacie locali, in particolare, offrono sempre più spesso la possibilità di consegnare i farmaci ordinati online a domicilio senza alcuna preoccupazione.

A cosa devo fare attenzione quando acquisto le compresse per il mal di testa?

Poiché il paracetamolo in dosi eccessive causa danni al fegato, non si dovrebbe prendere queste compresse se il fegato è già danneggiato. Se si hanno problemi di stomaco, si deve fare attenzione quando si assume acido acetilsalicilico, ibuprofene e diclofenac, in quanto tutti e tre possono causare danni alla zona dello stomaco. È importante seguire il dosaggio raccomandato quando si assumono. Non significa molto qui, aiuta molto. Un sovradosaggio nel caso dei farmaci può avere gravi effetti collaterali con conseguenze di vasta portata.

Se le compresse per il mal di testa vengono prese troppo a lungo e troppo spesso, potreste essere voi stessi la causa del mal di testa. Non dovrebbero essere prese per più di quattro giorni alla volta e non più di dieci giorni al mese. Per proteggere lo stomaco, gli antidolorifici del gruppo dei FANS possono essere assunti con il cibo e quindi portare ad un uso più tollerabile.

I bambini non dovrebbero assumere acido acetilsalicilico a causa del rischio di sindrome di Reye (grave malattia del cervello e del fegato). Anche se è molto raro, si tratta di una complicazione molto grave e non deve rimanere senza conseguenze.

Se assumete altri medicinali, chiedete al vostro medico o alla vostra farmacia se potete combinare i vostri medicinali con antidolorifici o se sono prevedibili interazioni. Poiché l’acido acetilsalicilico fluidifica il sangue, non deve essere assunto prima di un intervento chirurgico o di una visita dal dentista. Anche se si stanno prendendo farmaci per fluidificare il sangue, non si dovrebbe prendere l’acido acetilsalicilico. È meglio consultare il vostro medico sulle alternative al suo utilizzo, perché avrà molta familiarità con la vostra situazione generale.

Alcol e antidolorifici non possono essere combinati. Inoltre, durante la gravidanza e l’allattamento, il medico o l’ostetrica deve sempre essere consultata prima dell’assunzione degli antidolorifici.

È anche importante consultare un medico se il mal di testa è accompagnato da vertigini o febbre alta. Lo stesso vale se il dolore è insolitamente forte o in combinazione con nausea, rigidità del collo e/o disturbi della vista.

Come si può leggere in questo test del mal di testa, ci sono molti principi attivi diversi che hanno tutti vantaggi e svantaggi. Qui, dare buoni consigli con l’aiuto di una persona esperta è della massima importanza. Può essere un farmacista o un medico.

Vidéo d'essai de Compresse per il mal di testa Youtube intéressante