Chiodatrice elettronica

Test & confronto Chiodatrice elettronica.

Se durante i lavori di ristrutturazione o di costruzione è necessario martellare un gran numero di chiodi, l’uso di una chiodatrice può essere un aiuto efficace. Sia che vogliate inchiodare assi, tavole o altri componenti dell’edificio, una macchina inchiodatrice batte/spara alla pressione di un pulsante, inchioda nel punto desiderato, risparmiando molto tempo ed energia.
Per garantire che nulla vada storto quando si martella nei chiodi, il chiodo elettronico deve essere dotato di una forza di percussione regolabile. A seconda del legno o di altro materiale che si desidera lavorare con la chiodatrice, è necessaria una diversa forza del martello. Solo se la forza del martello può essere regolata è possibile reagire alle proprietà del materiale con la chiodatrice.

Per acquistare un chiodo elettrico

Scoprite cosa il dispositivo selezionato può o dovrebbe essere in grado di fare prima dell’acquisto. Le chiodatrici sono offerte in due tipi diversi, da un lato ci sono i dispositivi con accumulatore e dall’altro ci sono i dispositivi con alimentazione di rete, a causa dell’alimentazione attraverso il cavo di rete il dispositivo ha sempre abbastanza energia disponibile. Qui ognuno deve decidere da solo se il cavo di alimentazione è in ordine o se interrompe il lavoro. In ogni caso, le prestazioni di un utensile con cavo di alimentazione sono molto migliori e più affidabili. Un alesatore elettrico a batteria perde rapidamente tutta la sua potenza e la batteria di solito si esaurisce troppo velocemente.

Prima di acquistare, assicuratevi di dare una buona occhiata alle specifiche della chiodatrice e di scoprire per cosa è stata progettata. Le specifiche del produttore includono informazioni sui chiodi da utilizzare, questi valori devono essere rigorosamente rispettati, altrimenti possono portare rapidamente a danni. sulla macchina.

L’ordine di cottura del La chiodatrice è importante se si vuole lavorare velocemente, più alto è l’ordine dei colpi, più chiodi possono essere lavorati in breve tempo.

La capacità indica quanti chiodi la macchina può contenere, la capacità deve essere di almeno 100 chiodi per una sola operazione.

Per prevenire problemi alle articolazioni o ai muscoli, la chiodatrice deve avere un ammortizzatore di alta qualità, in modo da poter prevenire il dolore particolarmente bene.

La nostra Top 10 – chiodatrici elettroniche

[/atkp_list

Funzionalità di una chiodatrice

In linea di principio, una chiodatrice funziona esattamente come una chiodatrice elettrica, il principio è che questa macchina è solo leggermente regolata in modo che la macchina possa sparare i chiodi più forti. Grazie a questa piccola regolazione tecnica è possibile sparare le chiusure più robuste.
Molti noti produttori hanno convertito le loro pinzatrici e ora le offrono anche come chiodatrici. I più noti e certamente i migliori produttori sono tra gli altri Mannesmann, Bosch, Einhell o Makita. Bastano poche piccole maniglie e una chiodatrice elettrica viene trasformata in una chiodatrice. Fornita di elettricità, la macchina è poi in grado di sparare chiodi. Le chiodatrici sono ideali per il fissaggio di listelli di legno, per il fissaggio di pannelli isolanti e per il collegamento di vari altri materiali. Una chiodatrice ha una potenza d’urto limitata, questo è dovuto al tipo di azionamento utilizzato, se si ha bisogno di più potenza si dovrebbe utilizzare una chiodatrice pneumatica.

Prezzi di un chiodo elettrico

La maggior parte delle chiodatrici erano cosiddette macchine combinate, che hanno sia la funzione di chiodo che di pinzatura. I buoni modelli, in cui gli aspetti ergonomici sono già stati presi in considerazione, sono disponibili a partire da 30 euro. C’è un’ampia gamma di prezzi, quindi è puro trovare modelli di chiodi che costano più di 100 Euro. A casa, tuttavia, un dispositivo combinato più economico è assolutamente sufficiente. I diversi prezzi sono certamente dovuti al grado di popolarità del rispettivo produttore, alla dimensione impostata e alle prestazioni del rispettivo apparecchio. Anche i dispositivi dei migliori produttori sono convenienti e attraenti per gli utenti privati.

Diversi tipi di dispositivi e applicazioni

La differenza maggiore tra i dispositivi è nel materiale di collegamento. Dove un punto metallico non è più sufficiente, si può facilmente utilizzare la potenza di una chiodatrice e sparare i chiodi a intervalli regolari. Fino ad un certo grado di durezza, il legno, i pannelli isolanti, i pannelli e le materie plastiche possono essere collegati con la chiodatrice. Al posto delle tipiche strisce che compaiono quando si posiziona un punto metallico, sulle unghie si vedono solo le piccole teste delle unghie. Un design compatto e maneggevole con maniglie ergonomiche assicura una buona maneggevolezza.

Una buona chiodatrice dovrebbe essere in grado di impostare i chiodi sia individualmente che a intervalli diversi, l’alloggiamento non dovrebbe essere troppo grande e spigoloso e dovrebbe avere solo un peso ridotto. Se questi punti sono soddisfatti, la macchina può essere utilizzata in modo flessibile. Un altro punto importante è che le graffette o i chiodi possono essere facilmente reintegrati, un display di magazzino mostra quanti chiodi o punti metallici sono rimasti nella macchina.

La potenza necessaria della chiodatrice è controllata dal funzionamento in corrente, un cavo sufficientemente lungo è importante per poter lavorare indisturbato con la macchina. Anche la quantità di riempimento deve essere sufficiente, in modo che si possa creare indisturbato un certo carico di lavoro. Un display del volume di carico è molto utile, questo display è disponibile sulla maggior parte dei dispositivi di alta qualità. Il peso non deve essere troppo elevato, altrimenti il lavoro su un periodo di tempo più lungo Cielo.

Sicurezza con il chiodo elettronico

Per garantire la sicurezza, le chiodatrici sono dotate di una barriera antiurto, questa barriera impedisce che i chiodi vengano sparati nella posizione sbagliata, solo quando la macchina è appoggiata sul materiale, il chiodo viene sparato, questo impedisce che i chiodi rimbalzino e volino in aria. Il sistema di sicurezza si blocca anche se il materiale è troppo duro, questo evita che il motore si surriscaldi o che i chiodi si pieghino.
Le buone macchine hanno sempre uno o più certificati di prova, se si osservano questi certificati di prova al momento dell’acquisto, in linea di principio nulla può andare storto.

Una buona chiodatrice non solo offre una potenza sufficiente, ma è anche dotata di un controllo di potenza in modo che la potenza possa essere adattata al materiale. Il passaggio dal legno duro alle lamine spesse non è più un problema. La semplicità d’uso è molto importante, la macchina deve avere un interruttore di alimentazione e un caricatore facilmente rimovibile. Se non c’è un indicatore di livello, il caricatore dovrebbe avere una finestra per controllare il livello durante il funzionamento. Si devono usare solo chiodi o graffette adatte. Il materiale di lavoro non corretto può rimanere incastrato nella macchina e talvolta è molto difficile da rimuovere. Una chiodatrice è un vero e proprio tuttofare e appartiene ad ogni officina.

Scegliete la chiodatrice in base ai vostri desideri e alle vostre aree di lavoro, armeggiate o fate diverse richieste ad un apparecchio.